La zucchina stanca

8 ottobre 2010

Dopo aver fatto una delle esperienze più emozionanti dal punto di vista gastronomico, con una romanticissima cena al Convivio Troiani, di cui vi raccointerò presto, oggi voglio ridimensionarmi e tornare alla realtà raccontandovi della “zucchina stanca”.
La zucchina stanca è quella zucchina che dopo aver soggiornato per qualche giorno nel frigorifero giace sconsolata nel cassetto delle verdure senza sapere quale sarà il suo destino e la sua buccia che comincia ad avvizzirsi ne tradisce purtroppo l’età. Lei e le sue due sorelle, zucchine stanche anch’esse, sono poche per essere cotte in padella come contorno e la classica frittata sarebbe una scelta troppo scontata ;)

Visto che quì a Roma fa caldo come se fosse tornata l’estate e torna la voglia di verde e di mare e visto che nel mio frigorifero qualche zucchina stanca non manca mai, ecco un pane  saporito ma leggero e nato per una buona cusa ;)

Pane di farro con zucchine, cipolle di tropea e salmone

150g di farina di farro
150g di farina di grano 00
3 zucchine
150g di salmone affumicato
una bustina di lievito di birra in polvere
3 dl di acqua tiepida
2 dl di latte
1 cipolla di tropea
olio evo
sale

Mescolare le due farine con il lievito e aggiungere un pizzico di sale. Iniziare ad impastare aggiungendo poco alla volta l’acqua e poi il latte, aiutandosi con un pò di farina 00 se l’impasto dovesse risultare troppo liquido. Impastare per una decina di minuti, poi formare una palla e mettere in una ciotola coprendo con un canovaccio umido. Lasciare lievitare per almeno mezz’ora in un luogo caldo. Nel frattempo sminuzzare le zucchine e la cipolla. Mettere la cipolla in un padellino con un filo ‘olio evo e quando la cipolla inizierà ad appassire versare le zucchine. Cuocere per 10 minuti e aggiungere un pizzico di sale e il salmone precedentemente tagliato a piccoli pezzi. Cuocere per un paio di minuti

Trascorsa la mezz’ora l’impasto avrà aumentato il suo volume, versarvi sopra un filo d’olio  impastare per un paio di minuti. Aggiungere il composto di zucchine, cipolle e salmone e continuare ad impastare all’interno della ciotola. Foderare uno stampo da plum cake con della carta da forno e adagiarvi il composto facendolo aderire alle superfici. Compattare la superficie con un filo d’olio e infornare a 200°C in forno preriscaldato per circa 40 minuti.

Annunci

Un primo piatto per anticiparvi il prossimo viaggio. Ancora in un’isola italiana, stavolta la Sardegna. Mi affascina un pò meno della Sicilia ma, ospite di una Sarda verace, so già che non mi deluderà e che per aspetti diversi mi conquisterà.
L’ingrediente principe che da un carattere unico a questo piatto, è la bottarga di muggine che avevo ricevuto in regalo da mia madre in un barattolino che custodivo gelosamente.
Il sapore pungente della bottarga si sposa alla perfezione con il dolce delle zucchine e dei pomodorini, la scorza del limone e il prezzemolo riportano una nota di freschezza. Un piatto estivo dal gusto pieno :)

Spaghetti pomodorini, zucchine e bottarga

2 zucchine
1 cipollotto
12 pomopdorini
1 spicchio di aglio
300 g di spaghetti
4 cucchiaini di bottarga doi muggine macinata
prezzemolo fresco
scorza e succo di 1/2 limone
olio evo
sale
peperoncino

Affettare il cipollotto, lavare e tagliare a tocchetti le zucchine. Fare andare tutto in padella con un filo d’olio a fiamma vivace per una decina di minuti. Le zucchine devono cuocersi ma rimenere croccanti. A cottura ultimata togliere le zucchine e mettere nella padella lo spicchio d’aglio e i pomodorini Lavati e tagliati a metà (Aggiungere un filo di olio se si fosse asciugato con la cottura precedente e se necessario bagnare con un pò di acqua di cottura della pasta). Quando i pomodori saranno appassiti aggiungere le zucchine e spegnere il fuoco. Aggiungere la scorza e il succo di limone. Cuocere gli spaghetti e mettere da parte una tazza d’acqua di cottura per legare la pasta e il condimento alla fine.
Scolare gli spaghetti e versarli nella padella e saltare. Spegnere il fuoco e aggiungere il prezzemolo tritato e due cucchiaini di bottarga. Mescolare bene, impiattare e aggiungere in ogni piatto (in questo caso 2 ;) la bottarga rimasta.

Un classicone, si lo sò, ma da qualche parte si deva pur cominciare no? Le idee erano tante: ricotta, tonno, riso e chi più ne ha più ne metta… ma io in fondo in fondo “carnivora” sono e, visto che ultimamente vuoi la dieta, vuoi il caldo che finalmente è arrivato, di carne ne stavo mangiando pochina, l’ho fatto: carne sia, ma camuffata da zucchina ;)

Zucchine tonde ripiene (di carne) 

6 zucchine tonde
300g di macinato di vitella
1 uovo
pangrattato (3-4 cucchiai)
prezzemolo
aglio
olio evo
sale

Tagliare la calottina e incidere le zucchine con un coltello per svuotarle aiutandoìsi con un cucchiaino. Lasciare uno spessore di poco più di mezzo cm. Tenere la polpa di due delle zucchine e il resto utilizzarlo per la fresca zuppetta di ieri. Sminuzzare la polpa finemente con il coltello e strizzarla per eliminare l’acqua in eccesso. In una ciotola unire la carne macinata, la polpa di zucchina, l’uovo leggermente sbattuto, un pizzico di sale, il pangrattato, l’aglio e il prezzemolo tritati finemente. Amalgamare bene e riempire le zucchine. Disporre su una teglia ben oleata. Mettere sul piano anche i coperchietti ben oleati, serviranno da cappellino per l’elegante zucchinetta ;) Aggiungere un filo d’olio, un pizzico di sale e mettere in forno preriscaldato a 180 °C. Lasciare andare per un’oretta. Servire tiepide o fredde!

Oggi ho fatto la conoscenza della zucchina tonda! Questo delizioso ortaggio dalla forma rotondetta e un pochino goffa sembra avere un’eleganza innata soprattutto se fatto ripieno e poi ricoperto con il suo cappellino! L’idea di base era quindi di farle ripiene, ma in corso d’opera è nata quest’altra ricettina! Le ho svuotate e poi con parte dell’interno, che non ho utilizzato per il ripieno, ci ho fatto una gustosissima zuppetta fredda! Al prossimo post per la versione “ripiene” ;)

Zuppa fredda di zucchine e mentuccia

1 zucchina tonda intera
5 zucchine tonde (solo la polpa)
1 spicchio di aglio fresco
sale
mentuccia romana
olio evo
yoghurt greco (facoltativo)

Tagliare la zucchina tonda e la polpa delle altre zucchine a piccoli pezzi. In un tegame scaldare uno spicchio di aglio fresco con un filo di olio evo, unire le zucchine sminuzzate aggiungere qualche fogliolina di mentuccia romana fresca, mezzo bicchiere d’acqua e un pizzico di sale. Fare andare per una decina di minuti quindi passare tutto al mixer e lasciare raffreddare. Aggiungere 3 cucchiai di yoghurt greco e qulche fogliolina di mentuccia intera.