Fave e pecorino

30 aprile 2010

Fave e pecorino sì, ma in versione un pò chìc! Domani è primo maggio, festa dei lavoratori e, almeno quì a Roma, si usa fare una scampagnata in cui si porta anche qualcosetta da mangiare tra cui proprio fave e pecorino, quello romano con la crosta nera e saporitissimo! Visto che si dice che il prossimo finalmente sarà un week end con il sole, faremo delle belle scorpacciate!!!!!!!!!!
Bene, se dopo il pic nic dovessero avanzare un pò di fave e un pò di pecorino, questa è un idea carina per prepararci un gustoso antipastino. La preparazione è semplice, più di quanto si possa immaginare, e l’effetto è assicurato ;) Peccato che la foto che sia venuta un granchè.

Cestini di pecorino con crema di fave

300 g di fave sgusciate
200 g di pecorino grattuggiato
1/2 cipolla
olio extravergine d’oliva
erba cipollina per guarnire
sale
pepe

Togliere la buccia alle fave, sbollentarle in un tegame con mezza cipolla per 10-15 minuti a seconda della grandezza. Scolarle tenendo da parte un pò di acqua di cottura e qualche fava intera per guarnire. Passare al mixer con un pò di olio e un pò di acqua di cottura. Aggiungere un pizzico di sale e un pizzico di pepe.
Per i cestini di pecorino si può seguire lo stesso procedimento utilizzato per i cestini di parmigiano. Ritagliare un disco di carta forno e posizionarlo su un padellino. Accendere la fiamma e cospargere con abbondante pecorino. Quando sarà sciolto spegnere la fiamma, dopo un minuto adagiare il disco su una ciotolina rovesciata (il pecorino deve toccare la superficie della ciotola) premendo bene le superfici. Lasciare raffreddare e il gioco è fatto. Riempire i cestini con la crema di fave e guarnire con erba cipollina e qualche fava intera sbollentata.

Zuppa di cavolo nero

2 febbraio 2010

Una zuppa semplice, dietetica e salutare per queste giornate di freddo siberiano che sembra durerà ancora a lungo! Brrrrr….

Zuppa di cavolo nero

1 kg di cavolo nero
1 carota
sedano
mezza cipolla
1 spicchio d’aglio
olio extravergine d’oliva
peperoncino
Pecorino romano
4 Fette di pane di lariano

Preparare del brodo vegetale con la carota, il sedano e la cipolla (non dimenticate il sale!)
Lavare il cavolo nero, privarlo delle coste più dure e tagliarlo a listarelle.
In una padella fare andare olio evo, lo spicchio d’aglio e il peperoncino, dopodichè aggiungere il cavolo, e un bicchiere di brodo.
Salere, coperchiare e lasciare cuocere a fiamma media per circa 20-25 minuti aggiungendo di tanto in tanto il brodo.
Intanto abbrustolire le fette di pane e porle sul fondo del piatto.
Versare il cavolo, un pò di brodo di cottura e pecorino a scaglie.