Ancora zucca…

27 ottobre 2010

Ancora una ricetta che ha come protagonista l’ortaggio preferito dell’autunno: la zucca.  Ecco a voi una bella parmigiana di zucca e patate per la quale ho preso ispirazione dal Cavoletto.
Inutile dire che fredda è più buona e si riesce a gustare meglio, quindi se avete tempo preparatela con un certo anticipo per lasciarla stiepidire un pò, non fate come me che alle 9 di sera ho ancora il forno acceso ;)

Parmigiana di zucca e patate

500g di zucca
3 patate medie
1 mozzarella
150g di parmigiano grattugiato
2-3 foglie di salvia
1 spicchio di aglio
sale
olio evo
pepe

Tritare finemente la salvia e metterla in una ciotolina con abbondante olio, sale, una spolverata di pepe e lo spicchio d’aglio. Mescolare bene e mettere da parte.
Pulire la zucca eliminando la buccia e i semi, affettare sottilmente e sbollentare in acqua salata  per 5 minuti. Procedere allo stesso modo con le patate.  Mettere a scolare la mozzarella e tagliarla a fette sottili.
Con un pennello ungere il fondo di una teglia (di dimensioni 25cmx15cm circa) con la marinata di salvia preparata all’inizio. Procedere a strati alternando zucca, patate una spennellata di olio alla salvia, mozzarella e parmigiano, fino ad arrivare all’orlo della teglia. L’ultimo strato deve essere di mozzarella e parmigiano con un filo di olio alla salvia.
Infornare a 180°C per 30-40 minuti.

Annunci

La mia sperimentazione con le farine integrali è approdata a questo bel pane che, beh si proprio dietetico non è, ma tanto per la mia dieta il divieto è solo sui dolci, quindi col salato posso ancora darci dentro ;)
La farina che ho usato è metà manitoba e metà  di grano saraceno e inizialmente devo dire che l’impasto non è stato facile, mi sono aiutata con un pò di latte e acqua aggiuntiva e alla fine, come vedete, ho vinto io!!!
I pomodori secchi sono quelli che avevo preparato un pò di tempo fa, sbollentando in acqua e aceto quelli che si trovano confezionati già secchi e mettendoli, dopo averli scolati bene, in un  barattolo con olio e maggiorana fresca e nient’altro! Ottimi per chi non tollera l’aglio e comunque saporitissimi.

Pane di grano saraceno con pomodori secchi e mozzarella

200g di farina di grano saraceno
200g di farina manitoba
una bustina di lievito di birra in polvere
3 dl di acqua tiepida
2 dl di latte
8 pomodori secchi
200g di mozzarella
maggiorana fresca
olio evo
sale

Mescolare le due farine con il lievito e aggiungere un pizzico di sale. Iniziare ad impastare aggiungendo poco alla volta l’acqua e poi il latte, aiutandosi con un pò di farina manitoba se l’impasto dovesse risultare troppo liquido. Impastare per una decina di minuti, poi formare una palla e mettere in una ciotola coprendo con un canovaccio umido. Lasciare lievitare per almeno mezz’ora in un luogo caldo. Nel frattempo strizzare i pomodori per eliminare l’olio in eccesso e la mozzarella per eliminare l’acqua in eccesso. Tagliare a tocchetti e aggiungere qualche fogliolina di maggiorana fresca tritata.
trascorsa la mezz’ora l’impasto avrà aumentato il suo volume, versarvi sopra un filo d’olio  impastare per un paio di minuti. Aggiungere il composto di pomodori secchi e mozzarella e continuare ad impastare all’interno della ciotola. Foderare uno stampo da plum cake con della carta da forno e adagiarvi il composto facendolo aderire alle superfici, per fargli prendere la forma di unbel panetto! Compattare la superficie con un filo d’olio e infornare a 200°C in forno preriscaldato per circa 40 minuti.

La parmigiana mignon

6 maggio 2010

Adoro le tegliette mignon… certo per le mie abbuffate ce ne vorrebbero almeno 4, ma cucinare dentro queste deliziose piccole pirofile, devo ammetterlo, mi da una grossa soddisfazione!!
Dopo il tortino di patate e alici ecco una monoporzione di parmigiana di melanzane, molto light perchè quì le melanzane non sono fritte, così per la prossima prova costuma siamo salvi…. o quasi ;)

Parmigiana di melanzane light
(x 6 pirofiline o una pirofila media)

2 melanzane scure
1 barattolo di conserva di pomodoro
1 rametto di origano
1 rametto di maggiorana
olio extra vergine d’oliva
1 spicchio d’aglio
250 g di mozzarella
150 g di parmigiano grattugiato
sale

Tagliare le melanzane a fettine di circa 3-5 millimetri, disporle a strati in uno scolapasta cospargendole di sale tra uno strato e l’altro. Adagiare un peso sulle melanzane (ad esempio una pentola piena d’acqua) pressando per circa 20 minuti per eliminare l’acqua e l’amaro.
Versare il pomodoro in una ciotola, aggiugere un pizzico di sale, l’origano e la maggiorana tritati, lo spicchio d’aglio e un filo d’olio.
Strizzare le fette e disporre uno strato sulla pirofila, cospargere di pomodoro,  aggiungere la mozzarella e poi il parmigiano, proseguire con gli strati fino ad arrivare all’orlo superiore. Terminare con uno strato abbondante di parmigiano affinchè si formi la gustosa crosticina ;)
Infornare in forno preriscaldato a 180°C per 40 minuti. Tolto dal forno lasciare raffreddare per una decina di minuti e servire tiepido.

Una nuova ricetta col sifone. Ormai mi destreggio nabbastanza bene con questo strumento innovativo!
Ho seguito una ricetta del libricino di Paul Simon “Spume e chantilly”, ma l’ho un pò modificata riducendo l’olio, ovviando alla mancanza del ketchup con uno stratagemma ben riuscito (descritto nelle ricetta) e ovviando alla mancanza dei pomodori secchi con dei pomodorini disidradati in forno.

Bicchieri di mozzarella e spuma di pomodoro

Per la spuma di pomodoro:
400 g di poimodori rossi
1 dl di panna fresca
2 cucchiai di ketchup
olio evo
2 fogli di gelatina
sale
pepe
sifone ISI
1-2 bombolette di azoto

200 g di mozzarella
olio evo
200 g di pomodorini
aglio
basilico
sale
pepe

Fare ammollare la gelatina in acqua fredda. Immergere i pomodori in acqua bollente per 10 secondi, poi pelarli. Conservare la pelle e friggerla per guarnire.
Tagliare i pomodori a cubetti e passare nel mixer con il ketchup Io non avevo il ketchup e ho utilizzato un pò di concentrato di pomodoro a cui ho aggiunto due cucchiaini di zucchero, un pizzico di sale, aceto e 3-4 cucchiaini di acqua di cottura dei pomodori.
Tritare tutto e passare al chinoise (o al colino a maglia fine). Scaldare la passata di pomodoro, aggiungere la panna, l’olio e portare ad ebollizione. Spegnere la fiamma, aggiungere la gelatina strizzata e sbattere con la frusta. Versare nel sifone e dopo averlo chiuso unire una o due bombolette di azoto a seconda della grandezza del sifone. Mettere in frigo per 3 ore.
Tagliare i pomodorini in due metà e adagiarli su una teglia con carta forno, dopodichè infornare a 80°C per un oretta. Questo procedimento per ottenere dei pomodori leggermente disidratati che sostituiscono i pomodori secchi della ricetta originale!
Tagliare la mozzarella a cubetti, salare, pepare aggiungere il basilico tritato e olio evo.
Quando i pododori saranno cotti mettere in una ciotolina con aglio a pezzetti (che poi andranno tolti) sale e un pò di olio.
Stendere nei bicchieri unostrato di pomodorini essiccati, unos trato di mozzarella, un altro strato di pomodorini. Completare con una cupola di spuma di pomodoro. Decorare con la pelle di pomodoro fritta e leggermente salata. Da gustare come antipasto ;)

Tortino di patate e Alici

25 febbraio 2010

Ecco un piattino sfizioso da servire come gustosissimo antipasto. La ricetta si ispira ad un idea del Cavoletto in cui si usano alici fresche e si aggiunge una spolverata di parmigiano tra uno strato e l’altro. In questa versione non c’è il parmigiano e le alici sono quelle sott’olio. Attenzone a non aggiungere sale perchè le alici sono già abbastanza saporite. Mi piace presentarle ad ogni commensale servite in queste pirofiline monoporzione ;)

Tortino di patate e Alici
(dosi per 4 pirofile monoporzione)

4 papate di media grandezza
Alici sott’olio
Mozzarella
Olio Extra vergine d’oliva
Pepe

Sbucciare le patate e affettarle molto sottilmente (circa 1 mm). Strizzare e tritare finemente la mozzarella. In una piccola pirofila unta con un filo di olio alternare patate, alici tagliate a piccoli pezzi (non esagerare con la quantità altrimenti il tutto risulterà troppo salato) e mozzarella. terminare con unostrato di patate, aggiungere un pizzico di pepe e un filo di olio.Infornare a 180° per 40 minuti.