Finalmente frutta estiva, fresca, dissetante… non ne potevo più delle solite mele avvizzite, farinose o gommose all’occorrenza!! …e non ditemi che di frutta invernale ce n’è tanta buona, non è mica facile trovare la frutta giusta ultimamente per me …La pera è troppo zuccherina, la banana idem (e poi mi gonfia), l’arancio no perchè ha troppa vitamina C… e che cavolo!!! Una dieta facile no, eh????
Comunque, finalmente libera da quelle odiose mele, ieri ho fatto incetta di pesche noci, belle durette come piacciono a me, sode, gustosissime e coltivate proprio da queste parti ;)
Prima le ciliegie, ora le pesche, mi sto rinfrancando il palato con questi deliziosi frutti!
Durante la preparazione del Clafoutis di Ciliegie, per il quale come vi dicevo in realtà non avevo tante di quelle gustose gemme rosse, ho provato a fare anche due pirofiline con le pesche noci… Risultato sorprendente, perfino più buono dell’originale!!!!

Clafoutis di pesche noci
Per 6 pirofiline di dimensioni 13cmx9cm oppure per una pirofila dai bordi bassi della capacità di 1 litro

2 pesche noci (3 se piccole)
90 g di farina
200 ml di latte
1 pizzico di sale
3 uova
100g di zucchero
2 cucchiai di brandy

Preriscaldare il forno a 180°. Lavare le pesche e asciugarle. Imburrare le prirofiline e cospargerle di zucchero. In una ciotola sbattere  le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, unire la farina setacciata incorporandola bene  al composto con un cucchiaio di legno. Aggiungere poco alla volta il latte e il Brandy e mescolare delicatamente. Tagliare a spicchi le pesche senza sbucciarle e distribuirli uniformemente sul fondo delle pirofile, e versare sopra il composto pecedentemente ottenuto: infornate per 30 minuti, finchè il clafoutis diventerà soffice dorato.
Servire tiepido.

Annunci

L’altro giorno mia mamma mi ha portato una busta piena di ciliegie belle sode, rosse e dal sapore buonissimo, quel giusto mix di aspro e dolce che piace a me!
Una tira l’altra e per non stramazzare al suolo con la pancia gonfia di ciliegie ho pensato di farne dei gustosissimi clafoutis monoporzione con delle pirofiline… ve lo confesso… il fatto è che mangia mangia alla fine non ne erano rimaste tante ;)
Leggendo quà e là ho scoperto che il clafoutis è un dolce francese di umili origini e si faceva senza denocciolare le ciliegie, quindi le ho lasciate così come natura le ha fatte e il risultato è davvero simpatico! Ovviamente poi bisogna fare attenzione ai noccioli :)
Non avevo mai assaggiato questo dolce, ma devo dire che è un dolce molto particolare, morbido e spumoso è come una crema pasticcera fatta al forno! E poi non è per niente grasso… deliziosa alternativa per mangiare le ciliegie ;)

Clafoutis di ciliegie
Per 6 pirofiline di dimensioni 13cmx9cm oppure per una pirofila dai bordi bassi della capacità di 1 litro

400 g di ciliegie
90 g di farina
200 ml di latte
1 pizzico di sale
3 uova
100g di zucchero
2 cucchiai di brandy
zucchero a velo (facoltativo)

Preriscaldare il forno a 180°. Lavare le ciliegie e asciugarle. Imburrare le prirofiline e cospargerle di zucchero. In una ciotola sbattere  le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, unire la farina setacciata incorporandola bene  al composto con un cucchiaio di legno. Aggiungere poco alla volta il latte e il Brandy e mescolare delicatamente. Distribuire uniformemente le ciliegie sul fondo delle pirofile, e versare sopra il composto pecedentemente ottenuto: infornate per 30-40 minuti, finchè il clafoutis diventerà soffice e dorato.
Servire tiepido. Chi vuole può spolverizzare con dello zucchero a velo!