Ingannare l’obiettivo????

2 febbraio 2010

In questi ultimi giorni sto cercando di imparare una tecnica semplice per fare foto belle (non esageriamo… diciamo “decenti”) al cibo e ai piatti che preparo, con la mia fotocamera digitale.
Non avendo una reflex e non avendo grosse conoscenze di tecnica fotografica le mie foto sono quasi sempre piatte e insignificanti. Quelle belle che vedete qui sopra sono quasi tutte di Andrea che ha una reflex, ne sa parecchio di luce, di esposizione e quant’altro ed è dotato anche di un buon occhio fotografico. In sostanza tutto ciò che manca a me.
Quando prende in mano la mia macchinetta crea dei capolavori con tutto ciò che ha di fronte che sia un tappo, un cucchiaio o un coperchio di una zuccheriera…
Io dico come cavolo fa??? Fino ad ora, quando tentava di spiegarmelo, ho sempre fatto orecchie da mercante… In verità non è che io abbia grossa pazienza in questo campo… accendo e scatto, se viene bene bene, altrimenti ciccia! Ora la cosa mi interessa un po’ di più, forse per via di questo blog, quindi voglio mettermi d’impegno e cercare di tirare fuori qualcosa di carino ;)
Così ora mi sta dando qualche dritta per ottenere con i miei “poveri” mezzi quell’effetto che mi fa impazzire nelle foto di tanti foodblogger, cioè quando il contenuto o il particolare del piatto è a fuoco, mentre tutto il resto è leggermente sfocato. Si crea intorno al piatto un’atmosfera magica quasi d’altri tempi, piacerebbe tanto anche a me fare foto così belle!
Il trucco che ora sto cercando di perfezionare (per ora ancora con scarsi risultati) è questo:
– attivare sulla macchinetta la funzionalità macro
– avvicinarsi al particolare a cui siamo interessati tenendo la fotocamera leggermente inclinata in avanti e mettere a fuoco (pigiare leggermente il tasto di scatto) senza scattare
– addrizzare la fotocamera allargando il campo visivo su ciò che c’è dietro al particolare (sempre tenendo leggermente premuto il pulsante)
– scattare

Se il risultato ci sarà lo vedrete presto, spero ;).
Intanto ecco le foto delle prove…