Il primo tentativo di utilizzo del sifone è fallito miseramente, ma la colpa è mia :( 
Volevo preparare una ricettina vista sul libricino Spume e chantilly, l’idea era quella di fare una chantilly di salmone ma ho commesso due gravissimi errori:

– il primo è stato quello di utilizzare la panna da montare non fresca (quindi di consistenza non proprio liquida)
– il secondo errore è stato quello di unire la panna al salmone prima di averlo passato al mixer

Quindi nel mixer ho messo salmone sminuzzato, limone, soia e panna.
Il salmone non si è tritato bene e la panna, che già non era di consistenza molto liquida, dopo il frullamento si è addensata ancora di più.
Con il risultato che al colino non è passato niente. E’ vero non era il chinoise come consigliava il libricino, ma era pur sempre troppo denso e non mi sono azzardata ad inserirlo nel mio sifone nuovo di zecca.
L’esperimento è rimandato a data da destinarsi, ma ho deciso che proverò con una spuma o chantilly dolce, in quel caso credo di riuscire a gestire meglio le consistenze…
Altro annoso problema: per fare le spume servono i fogli di gelatina che nei supermercati tipo GS o Panorama non sono riuscita a trovare… ma è possibile????

Annunci

Ricettina veloce veloce per utilizzare un pezzo di zucca che mi aveva regalato mia madre… a lei proprio non va giù e visto che gliel’avevano regalata lei l’ha rifilata a me!! Con conseguente mia grande gioia!!
Cosa potevo farci se non un buonissimo risotto? Certo anche una bella zuppetta non sarebbe stata male, ma intanto vi beccate questo risotto con la variante guanciale ;)

Risotto alla zucca

4 bicchieri scarsi di riso
un pezzo di zucca
1 cipolla
1/2 bicchiere di vino bianco (o di spumante avanzato dalle feste!)
guanciale
olio
sale
erba cipollina
taleggio
parmigiano reggiano

Eliminare la buccia dalla zucca e tagliarla a dadini. In una padella far appassire leggermente una cipolla sminuzzata finemente insieme al guanciale.
Quando il guanciale inizierà a farsi croccante aggiungere la zucca tagliata a piccoli pezzi.
Irrorare di tanto in tanto con del brodo vegetale fino a quando la zucca risulterà abbastanza morbida. Versare il riso e farlo tostare, sfumare con del vino bianco (io ho usato dello spumante avanzato dalle feste e devo dire che non ci stava male!)
Mescolare e di tanto intanto aggiungere del brodo vegetale fino a quando il riso non risulterà cotto. Togliere dal fuoco e mantecare con del taleggio tagliato a piccoli pezzi, aggiungere erba cipollina e un pò di parmigiano e servire caldo.
Il segreto è quello di aggiungere il brodo vegetale di tanto in tanto, il riso deve cuocere rilasciando lentamente l’amido (non deve assolutamente essere lessato sommerso dall’acqua!) e di effettuare la mantecatura lontani dalla fiamma quando ancora leggermente fluido. Il taleggio e il parmigiano provvederanno ad addensare leggermente il tutto.
Oggi per le foto mi ha aiutato Andy… e si vede ;)